Torna alle scelte rapide

Tu sei qui: Home

:


Torna alle scelte rapide

Torna alle scelte rapide

Benvenuti nel Comune di Santadi

  • Avviso alla cittadinanza - Apertura Ufficio Anagrafe da gennaio 2023

    Avviso apertura ufficio anagrafe da gennaio 2023

  • Avviso alla cittadinanza - Ruolo TARI 2022

    Avviso alla cittadinanza - ruolo TARI 2022

Ultime notizie e comunicati

  • 15.10.2015PANE OLIO IN FRANTOIO – 6 DICEMBRE 2015 - CONCESSIONE SUOLO PUBBLICO PER GLI ESPOSITORI

    I Soggetti interessati ad ottenere la concessione del suolo pubblico per esporre e/o vendere in occasione della manifestazione dovranno presentare la richiesta con i moduli predisposti dal comune e reperibili a questa pagina. La richiesta potrà essere presentata, oltre che direttamente all'Ufficio Protocollo, via fax o per e-mail agli indirizzi sottoriportati.

    Attenzione: Chi ha già presentato la richiesta su un modello diverso dovrà ripresentarlo su quello predisposto dal Comune.

    I moduli dovranno essere inviati al fax 0781941000 o all'e-mail areacontabile@comune.santadi.ci.it entro il giorno: 24.11.2015, le richieste che perverranno oltre questa data non saranno prese in considerazione.

    ACCOGLIMENTO

    La mattina del 27.11.2015 sarà pubblicato, sul sito istituzionale del Comune, l'elenco delle domande accolte. A fianco di ciascuna sarà indicato l'importo da pagare per l'occupazione del suolo pubblico (TOSAP).

    VERSAMENTO TOSAP

    Il richiedente è tenuto a versare l'importo della tariffa sul c/cp: 16371098 a favore del Comune di Santadi, causale "TOSAP Pane e Olio in Frantoio – 6 dicembre 2015" e a inviare copia della ricevuta tramite fax, per e-mail o presentarla direttamente all'ufficio protocollo, entro e non oltre le ore 13.00 del 03.12.2015.

    Il mancato invio della ricevuta sarà considerato come rinuncia ed il posto assegnato ad altro richiedente.

    La tassa per l’occupazione del suolo pubblico è pari a: € 0,90 al mq (tassa giornaliera).

    IMPORTANTE

    Si raccomanda ai richiedenti di compilare il modello di domanda in ogni sua parte in quanto le notizie richieste sono essenziali ai fini della valutazione circa l'accoglimento o meno. Le domande incomplete non potranno essere accolte.

    Si evidenzia che gli espositori dovranno presentarsi alle ore 7:00 presso il posto assegnato. Le operazioni di preparazione e sistemazione dovranno concludersi rigorosamente entro le ore 8:30.

  • 15.10.2015PANE OLIO IN FRANTOIO – 6 DICEMBRE 2015

    AVVISO IMPORTANTE PER COTTURA E VENDITA ALIMENTI:

     

    DOMANDA DA PRESENTARE ENTRO E NON OLTRE IL 27 OTTOBRE 2015

    Gli interessati dovranno rispettare il termine IMPROROGABILE DEL 27 OTTOBRE 2015 per rispettare i tempi stabiliti dalla ASL per l’istruttoria da parte sua della DIA SANITARIA.
    Qualora non vengano rispettati i termini previsti la ASL NON PROCEDERA’ alla registrazione della DIA e l’attività non potrà essere svolta.

    nota ASL n. 7 e Modello DIA

    Concessione suolo pubblico per cottura e vendita alimenti

     

    PROROGA DOMANDA DA PRESENTARE ENTRO E NON OLTRE IL 03.11. 2015
    Si comunica che il termine stabilito per il 27.10.2015, è stato prorogato al giorno 03.11.2015, data entro cui gli interessati potranno presentare la suddetta richiesta, per rispettare i tempi stabiliti dalla ASL per l’istruttoria da parte sua della DIA SANITARIA.

     

     


    CONCESSIONE SUOLO PUBBLICO PER GLI ESPOSITORI PRODOTTI DIVERSI
     

  • 09.10.2015AVVISO CHIUSURA SCUOLE PER ALLERTA METEO NELLA GIORNATA DI SABATO 10 OTTOBRE

    A causa del nuovo allerta meteo di criticità elevata - codice rosso, il Sindaco ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado del Comune di Santadi per la giornata di sabato 10 ottobre 

    Leggi l'ordinanza

    Consulta la comunicazione di allerta meteo CRITICITA' ELEVATA

     

  • 09.10.2015Avviso di allerta (CRITICITA' ELEVATA) per rischio idrogeologico del 09/10/2015

    Si porta a conoscenza della popolazione che il Centro Funzionale Decentrato in data 09/10/2015, visto il BOLLETTINO DI CRITICITÀ n. BCR/282/2015 del 09/10/2015, comunica che:

    dalle ore 14:00 di venerdì 09/10/2015 e sino alle ore 12:00 di sabato 10/10/2015 si prevede l'INNALZAMENTO al livello di ELEVATA CRITICITÀ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO sulle zone di allerta:

    Iglesiente, Campidano, Montevecchio-Pischilappiu, Flumendosa-Flumineddu, Gallura

     

    Si possono verificare i seguenti effetti e danni localizzati per rischio idrogeologico ed idraulico (cfr. tab. "scenari di criticità" - § 5 del "Manuale
    Operativo delle Allerte ai fini di Protezione Civile" approvato con D.G.R n. 53/25 del 29.12.2014):
    danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque; allagamenti di locali interrati e talvolta di quelli posti a pian terreno prospicienti vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, ecc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi; limitati danni alle opere idrauliche e di difesa spondale e alle attività antropiche in alveo; occasionale ferimento di persone e perdite incidentali di vite umane.
    Inoltre, si possono verificare i seguenti effetti e danni diffusi:
    danni ed allagamenti a singoli edifici o piccoli centri abitati, reti infrastrutturali e attività antropiche interessati da frane o da colate rapide; interruzioni della viabilità in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate detritiche o in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico; pericolo per la pubblica incolumità/possibili perdite di vite umane; alle opere di contenimento, regimazione ed attraversamento dei corsi d’acqua, alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti artigianali, industriali e abitativi situati in aree inondabili; interruzioni della viabilità in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate detritiche o in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico.
    Si possono infine verificare i seguenti effetti e danni ingenti ed estesi:
    agli edifici e centri abitati, alle attività agricole e agli insediamenti civili e industriali, sia prossimali sia distanti dai corsi d'acqua, o coinvolti da frane o da colate rapide; distruzione di infrastrutture (rilevati ferroviari o stradali, opere di contenimento, regimazione o di attraversamento dei corsi d’acqua). Ingenti danni a beni e servizi; grave pericolo per la pubblica incolumità/possibili perdite di vite umane.

     

    Informazioni e aggiornamenti continui sul sito della Protezione Civile cliccando qui

     

<< Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  [45]  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  133  134  135  136  137 Pagina successiva >>

Torna alle scelte rapide

Torna alle scelte rapide

Torna alle scelte rapide

Credits: Imedia di Giulio Lai & C. s.a.s. - Realizzazione siti web per la Pubblica Amministrazione - Cagliari